Giulio Onesti, padre dello sport italiano, ci ha lasciato un'eredità sportiva, culturale e manageriale basata sui valori olimpici, i valori dello sport.  Lo sport per abbattere le barriere e i limiti; la solidarietà verso Paesi, popoli e atleti per una crescita culturale attraverso lo sport; lo sport come strumento educativo e formativo; l'etica dello sport. A partire da questi concetti, il presidente Carraro, insieme al CONI e al MIUR, ha organizzato un concorso intitolato "Onesti nello Sport", giocando sul significato del cognome di Onesti, per sensibilizzare gli studenti al rispetto dell'etica.