CIO: Rogge ricevuto al Quirinale da Napolitano

9201-Rogge e busto Pescante MEDIUMIl Presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Jacques Rogge, è stato ricevuto questa mattina al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Rogge è stato accompagnato all'udienza dal Presidente del CONI, Giovanni Petrucci, dal Segretario Generale, Raffaele Pagnozzi, dai vicepresidenti, Riccardo Agabio e Luca Pancalli, e dai membri italiani del CIO, Franco Carraro, Mario Pescante, Ottavio Cinquanta, Francesco Ricci Bitti e Manuela Di Centa. 

A Rogge è stato consegnato simbolicamente il Premio Onesti (nel pomeriggio al CONI la consegna da parte dell'omonima Fondazione) - nell'anno in cui si celebra il Centenario della nascita dello storico Presidente del CONI: all'udienza era presente anche Gianni Letta, precedente vincitore. Nell'occasione è stato presentato al Capo dello Stato il libro "Giulio Onesti, lo sport italiano", scritto da Augusto Frasca, con la prefazione di Antonio Ghirelli, oltre al francobollo celebrativo emesso da Poste Italiane.

Visualizza la gallery

Roma, 15 maggio 2012

CONI: Lo sport italiano consegna il Premio Onesti al Presidente del CIO Jacques Rogge

9203-Busto Onesti MEDIUMIl Presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Jacques Rogge, ha ricevuto - oggi pomeriggio nel Salone d’Onore - il Premio Onesti attribuitogli dall’omonima Fondazione, presieduta da Franco Carraro, nell’ambito dei festeggiamenti per il centenario della nascita (1912-2012) dello storico presidente del CONI. Rogge, che in mattinata era stato ricevuto al Quirinale dal Presidente Napolitano, è stato accolto dal Presidente del CONI, Giovanni Petrucci, dal Segretario Generale, Raffaele Pagnozzi, dai Vicepresidenti Riccardo Agabio e Luca Pancalli e dai membri italiani del CIO, Franco Carraro, Mario Pescante, Ottavio Cinquanta, Francesco Ricci Bitti e Manuela Di Centa. Presente anche Gianni Letta, vincitore dell’ultima edizione del Premio.

Petrucci ha voluto ringraziare Rogge per la proficua opera alla guida del CIO, esaltandone le qualità nel ricordo di Giulio Onesti. “Onesti è stato il padre dello sport italiano, il precursore di un percorso fatto di successi e scelte vincenti. Ha difeso l’autonomia del movimento con concretezza e grande lungimiranza. Rogge ha dimostrato di essere un esempio alla guida della famiglia olimpica: sono sicuro che anche le prossime Olimpiadi saranno uno spot di grande impatto”.

Franco Carraro, in qualità di Presidente della Fondazione Onesti, ha salutato Rogge sottolineando l’importanza dell’ex Presidente CONI celebrata dal libro “Giulio Onesti – Lo sport italiano”, scritto da Augusto Frasca, facendo riferimento al titolo per rendere appieno l’effettiva valenza del personaggio. “C’è tanta passione dietro a questa pubblicazione e vorrei salutare per un’ultima volta Antonio Ghirelli, che ha curato la prefazione. Rogge merita questo riconoscimento per la qualità con cui ha sempre interpretato il suo ruolo”.

Il testimone è passato quindi nelle mani di Gianni Letta, che con grande trasporto emotivo, ha ricordato Giulio Onesti come l’uomo che ha posto le fondamenta del sistema sportivo, affrancandolo da altri controlli e difendendone sempre l’autonomia con grande efficacia. Letta ha sottolineato i meriti di Rogge, grande interprete del movimento olimpico internazionale e indicando nei dirigenti presenti l’estensione naturale di un percorso mai interrotto dopo il suo avvento.

Mario Pescante si è espresso nella stessa, univoca direzione, aggiungendo il rammarico per non aver condiviso con Rogge la gioia dell’annuncio della vittoria di Roma città olimpica per l’edizione dei Giochi Estivi 2020, ultimo atto della sua Presidenza CIO. E’ stato proprio Pescante a consegnare a Rogge il busto con la riproduzione del volto di Giulio Onesti tra gli applausi del Salone d’Onore.

E lui, Jacques Rogge - il grande protagonista-, ha ringraziato con ampi sorrisi e parole sincere. “Sono orgoglioso di questo premio perché credo la figura di Onesti debba essere ricordata come merita: è stato il padre dello sport italiano e qui, accanto e in questa splendida sala, ci sono i suoi figli, capaci di interpretare lo sport come strumento di cultura, educazione e processo di integrazione”. Classico scambio di doni al termine del discorso: il Presidente Petrucci ha donato a Rogge la tuta olimpica azzurra personalizzata di Londra 2012, mentre il Presidente del CIO ha ricambiato con una targa, consegnata anche a Carraro e a Pescante.Al termine della cerimonia è stato presentato il libro di Augusto Frasca “Giulio Onesti – lo Sport Italiano” con un appassionante recensione del Segretario Generale, Raffaele Pagnozzi, intrisa di ricordi e aneddoti particolari. Hanno preso la parola anche Nino Benvenuti, Eddy Ottoz, Fiammetta Scimonelli, Sergio Valentini, Abdon Pamich e Vanni Loriga.

Visualizza la gallery

Roma, 15 maggio 2012

CIO: Domani Rogge a Roma. Alle 12 al Quirinale da Napolitano e alle 16 riceve il Premio Onesti al Salone d'Onore del CONI

rogge grande 01Il Presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Jacques Rogge, sarà ricevuto martedì, 15 maggio, al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. All’udienza, fissata per le ore 12, Rogge sarà accompagnato dal Presidente del CONI, Giovanni Petrucci, dal Segretario Generale, Raffaele Pagnozzi, dai vicepresidenti, Riccardo Agabio e Luca Pancalli, e dai membri italiani del CIO, Franco Carraro, Mario Pescante, Ottavio Cinquanta, Francesco Ricci Bitti e Manuela Di Centa. Nel pomeriggio, alle ore 16, al Salone d’Onore del CONI, al Presidente Rogge verrà consegnato il Premio Onesti, attribuitogli dalla Fondazione Onesti, presieduta da Franco Carraro, nell’ambito dei festeggiamenti per il centenario della nascita (1912-2012) dello storico presidente del CONI. Al termine della premiazione sarà presentato il libro “Giulio Onesti, lo sport italiano”, scritto da Augusto Frasca, con la prefazione di Antonio Ghirelli. L’accesso al Salone d’Onore sarà aperto anche ai rappresentanti degli organi di informazione. Roma, 7 maggio 2012

AONI: Concorso Olimpico Arte e Sport, il 27 aprile le premiazioni delle opere di pittura e scultura

Martedì, 24 Aprile 2012

La cerimonia di consegna dei premi ai 6 vincitori della V edizione del Concorso Olimpico Arte e Sport, di Pittura e scultura si terrà a Roma, venerdì 27 aprile presso il Circolo del Tennis al Foro Italico (viale dei Gladiatori 31) alle ore 11.00. Al Concorso hanno partecipato allievi di 15 Accademie di Belle Arti con l’invio di 60 opere di pittura e 13 sculture. Il Concorso, a cui quest’anno hanno partecipato 15 Accademie di Belle Arti con l’invio di 60 opere di pittura e 13 sculture, è promosso dal CIO ogni quattro anni tra tutti i Comitati Nazionali Olimpici alla vigila dell’anno olimpico, con l’obbiettivo di diffondere tra le giovani generazioni di ogni Paese i valori originari dell’antico rapporto tra sport e Arte, di cui la pittura e la scultura erano e sono ancora una sicura espressione. In Italia, su delega del CONI, anche questa edizione è stata realizzata dalla Accademia Olimpica Nazionale Italiana insieme alla Fondazione Giulio Onesti che hanno esteso il loro impegno realizzandolo il Concorso con cadenza Biennale e con il medesimo successo, anche nell’anno di vigilia dei Giochi Olimpici Invernali. Il Concorso 2012 ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Per giudicare le opere in Concorso, l’Accademia Olimpica si avvale di una Giuria di esperti composta da:  Sen. Arch. Franco Sapio  (Presidente) (comitato scientifico “scuderie del Quirinale”), Prof. Antonio Passa ( ex direttore della Accademia di Belle Arti di Roma),Prof.ssa Sandra Pinto (ex direttrice della Galleria Naz. d’Arte Moderna a Roma), Dott. Gianpaolo Montali (esperto d’Arte ed ex tecnico della Nazionale M. FIPAV), Dott. Augusto Frasca (giornalista, esperto d’Arte, ex dirigente Naz. FIDAL), Dott.ssa Tiziana Pikler(scrittrice e giornalista ), Maurizio Tecardi (giornalista esperto d’Arte) Questi i vincitori del Concorso: PITTURA
1° PREMIO: a PIASHKO VOLHA - "IN CERCA DELL'ARMONIA" – (ACCADEMIA di Belle Arti di ROMA)
“L’ opera, di impostazione prevalentemente concettuale, nell’interpretare il tema del Concorso come espressione della solidarietà delle tre forme di Arte, raggiunge un ottimo livello di rappresentazione sia espressiva che artistica “ 2° PREMIO: a CURRARONE EMILIA "ANEMOS VITAE "  (ACCADEMIA  di Belle Arti di NAPOLI)
“L’opera di impostazione classica rispecchia il tema della amicizia mediante una notevole composizione accademica e una convincente gestualità in riferimento ai contenuti plastici e figurativi” 3° PREMIO: a  DI TRAGLIA FRANCESCO  "MATERNITA' O ALLEGORIA DELLO SPORT"  (ACCADEMIA di Belle Arti di ROMA)
“L’opera, nel conseguire gli obbiettivi del Concorso, mediante una rappresentazione simbolica, con  gradevole effetto cromatico mette in luce una studiata ricerca stilistica” 

SCULTURA
1°PREMIO: a  MILANI FABRIZIO "IPPODAMIA"   (ACCADEMIA di Belle Arti di FIRENZE)
“L’opera ispirandosi alla rappresentazione del mito di “Ippodamia” mette in evidenza la composizione,  in un delicato spazio orizzontale. Convincente e apprezzabile la parte plastica e compositiva”. 2°PREMIO : a TIPO GIULIA GIUSEPPINA "FIORETTO" (ACCADEMIA di Belle Arti di URBINO)
“L’opera con evidente citazione surrealista coglie, con grazia e efficacia, l’obbiettivo di conciliare il messaggio agonistico di una disciplina di grande e nobile tradizione storica con l’amicizia e la lealtà” Il terzo premio della scultura non è stato assegnato. La Giuria ha ritenuto di dover attribuire il Premio corrispondente all’opera GRAFICA di: VITACCO NICOLO' "IN UN MODO O NELL'ALTRO, DI LUCE"  (ACCADEMIA di Belle Arti di BOLOGNA)  “L’opera testimonia la preoccupata attenzione del giovane artista sullo smarrimento dei principi dell’olimpismo e, attraverso un operazione concettuale,  lancia un segnale contro ogni deviazione dall’etica dello sport”

CONI: Domani il Centenario della nascita di Giulio Onesti, emesso il francobollo celebrativo

foto-onesti-250Il CONI commemora lo storico Presidente Giulio Onesti. Domani si celebrerà infatti il Centenario della nascita (4 gennaio 1912) del dirigente che ha guidato l’Ente per 32 anni (dal 1946 al 1978) e per l’occasione sarà emesso da Poste Italiane un francobollo autoadesivo il cui disegno raffigurerà, su un fondo bicolore, una prospettiva della facciata principale del Palazzo H ed alcune sagome di atleti, a rappresentare le diverse discipline sportive olimpiche. Il francobollo, dal valore di 0,60 euro, prodotto in 3 milioni e centocinquantamila esemplari, sarà accompagnato da un bollettino illustrativo firmato da Franco Carraro, presidente della Fondazione Giulio Onesti. Sotto la guida di Onesti l’organizzazione sportiva del Paese ha raggiunto altissimi livelli. Ne sono la prova le numerose medaglie olimpiche e mondiali conquistate, la diffusione dello sport per tutti, i riconoscimenti internazionali che hanno consentito l’assegnazione dei Giochi Olimpici Invernali a Cortina d’Ampezzo nel 1956 e degli indimenticabili Giochi Olimpici a Roma nel 1960. Nel mese di maggio verrà conferito con un’apposita cerimonia a Roma, il “Premio Onesti” al Presidente del CIO, Jacques Rogge, che ha già dato la sua entusiastica adesione. In quell’occasione verrà presentato un libro dedicato alla figura e alla storia di Giulio Onesti, scritto dal giornalista Augusto Frasca con la supervisione di Antonio Ghirelli. Infine è in corso di definizione un concorso riservato agli studenti delle scuole medie superiori d’intesa col Ministero dell’Istruzione. Il titolo del concorso è “Onesti nello Sport”. I vincitori saranno premiati con un viaggio di una settimana ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Roma, 3 gennaio 2012