Venerdì 22 maggio, alla presenza del presidente del CIO, Thomas Bach, del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Gianni, del Presidente del CONI, Giovanni Malagò, e della Fondazione Giulio Onesti-AONI, Franco Carraro, si terrà la premiazione dei vincitori della IV edizione del concorso “Onesti nello Sport”, organizzato dalla Fondazione Giulio Onesti, in collaborazione con in MIUR e, quest’anno, con il sostegno dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio.
I vincitori, per l’edizione 2015, sono:

  • l’Istituto Statale “Lener” di Marcianise ha conquistato la vittoria nella sezione “un calcio alla violenza”, con il brano musicale “Ci siamo anche noi!” e abbinata videoclip, che denuncia la follia della violenza dentro e fuori gli stadi, dettata a volte da un ambiente degradato. Viene poi rivolto un invito alle istituzioni a creare strutture sportive atte ad educare per prevenire, in piena sintonia con la tematica. Il rap, il genere musicale scelto, riesce ad arrivare con grande efficacia educativa ai giovani, usando un linguaggio proprio dei ragazzi.
  • Per la sezione “lo sport con un nuovo amico”, la vittoria è andata all’Istituto Tecnico Agrario “Sereni”, con il cortometraggio “Il mio amico chiamato sport”, che rispecchia perfettamente la tematica proposta d’inclusione sociale attraverso lo sport, una vera e propria minifiction che si distingue per originalità, qualità d’immagine e dialogo. Lo sport, quindi, protagonista come mezzo per superare tutte le barriere fisiche e psicologiche all’insegna dell’integrazione.

Al concorso sono stati ammessi 137 elaborati provenienti da tutta Italia.
Ai vincitori la possibilità di vivere l’esperienza di Expo2015 e assistere ai Campionati Mondiali di Canoa a Milano.